Blog CHC

I 6 tipi di rilegatura per documenti

I 6 tipi di rilegatura per documenti

Hai appena terminato di stampare un documento importantissimo: una tesi costata tanta fatica, un dossier dettagliato per un cliente oppure un catalogo dal design accattivante. Lo stringi fra le mani fiero del risultato. 
E adesso?

Presentare al meglio il tuo lavoro è tanto importante quanto il suo contenuto: come potrà il destinatario apprezzarlo appieno se non riuscirà a sfogliarlo agevolmente e senza intoppi?
È qui che entra in gioco la rilegatura, uno strumento fondamentale nella fase finale di preparazione di un documento in quanto racchiude, ordina e abbellisce il lavoro svolto.
E se il tuo concetto di rilegare è fermo ad un raccoglitore ad anelli, sappi che hai solamente raschiato la superficie dell’universo della rilegatura.

Ne esistono ben sei tipi, ognuno con uno scopo preciso, un look differente e un proprio campo d’applicazione, e ognuno di essi ha ovviamente i suoi pro e i suoi contro. Scopriamo insieme le 6 principali tipologie di rilegatura:

 

Rilegatura a punto metallico

È un metodo di fissaggio per pagine stampate sfuse, e consiste in un certo numero di punti metallici (solitamente tre) fissati lungo il corridoio centrale di un fascio di fogli piegati e impilati uno sopra l’altro. Risulta un'ottima rilegatura per presentazioni, infatti molti opuscoli aziendali sono pinzati con il punto metallico. Questo metodo è molto conveniente per rilegare documenti il cui numero di pagine non vada oltre le 40-48, in quanto ha un costo contenuto e un impatto visivo molto professionale.


Pro: a buon mercato, rapida e semplice.
Contro: non adatta per le presentazioni più corpose.

 

Rilegatura ad anelli

Si tratta dello stile di rilegatura più comune in Nord America, ha più di 40 anni, è semplice e facilmente reperibile. Grazie a questa rilegatura, i libri possono essere completamente aperti per una facile fotocopiatura e la spirale può essere rimossa e poi riapplicata con una macchina rilegatrice, rendendo possibili successive modifiche. Le copertine sono disponibili in vari colori e misure. Si tratta del metodo più economico dopo il punto metallico.


Pro: economica e semplice.
Contro: non è così robusta: e se la presentazione è per un uso ripetuto, non regge a lungo in quanto gli anelli si spezzano.

 

Rilegatura a spirale

La rilegatura a spirale è un’ottima soluzione per chi è alla ricerca di un look diverso per le proprie presentazioni e proposte: comporta l’avvolgimento di un unico pezzo di plastica (la spirale, appunto) sul bordo di un blocco di fogli già bucati in precedenza. Disponibile in più di 60 diversi colori, è ideale per le aziende di marketing e i designer che cercano un abbinamento con loghi aziendali o copertine. I documenti così rilegati possono aprirsi completamente agevolando lettura e copiatura, inoltre possono essere spediti senza problemi per posta, in quanto le bobine flessibili mantengono la loro forma eccezionalmente bene. Le spirali sono più costose degli anelli, ma il loro prezzo è comunque accessibile e risultano facilmente reperibili nei negozi.


Pro: d’impatto e flessibile, duratura nel tempo.
Contro: il costo della spirale è più elevato di quello degli anelli di plastica.

 

Rilegatura a coppie di anelli

Si tratta di una rilegatura molto popolare, utilizzata soprattutto da professionisti che desiderano una soluzione duratura nel tempo. Il doppio anello, venduto a forma di C, viene chiuso a cerchio dalla rilegatrice donando un effetto molto elegante e professionale alle presentazioni. Pur essendo leggermente più costoso della spirale, il suo utilizzo può assolutamente valere la spesa extra: possiede tutti i vantaggi delle rilegature già citate insieme a un look accattivante e una robustezza senza pari.


Pro: robusta, duratura e professionale.
Contro: appoggiando oggetti pesanti sopra le presentazioni si potrebbe piegare il filo metallico, il che renderebbe le pagine più difficili da girare.

 

Rilegatura velobind

Se hai un documento che vuoi rendere difficile da fotocopiare o desideri un formato compatto e simile a quello di un libro per la tua presentazione, allora Velobind è indubbiamente la scelta giusta.
Questo stile comporta l’esecuzione di 11 piccoli fori lungo il bordo di un libro non rilegato e applicarvi dei "pettini" a chiusura manuale che donano un effetto elegante e molto simile a una rilegatura professionale. Il libro viene quindi posto in una macchina rilegatrice che lo fissa ermeticamente mentre la lunghezza eccedente dei denti viene tagliata e i lembi riscaldati e fusi per sigillare il tutto.
La velobind è il non plus ulta se desideri un prodotto permanente e dallo stile unico che renda difficile rimuovere le pagine.


Pro: quasi impossibile da copiare, sicura e compatta
Contro: non si apre completamente, non è particolarmente adatto per le presentazioni per conferenze e non si possono aggiungere nè rimuovere pagine.

 

Brossura

La rilegatura perfetta per i libri: si utilizza per gli stampati che superano i 2 mm di spessore totale e può essere fresata o a filo refe.
La brossura fresata è il metodo più diffuso per realizzare volumi con più di 32 facciate: le pagine vengono unite alla copertina tramite una colla elastica, con l’aggiunta di “fresatura” (rifilatura) o “grecatura” (solcatura) nel dorso.
La brossura a filo refe non presenta invece la fresatura: le pagine vengono cucite con un filo di cotone, lino, canapa o sintetico e poi incollate fra loro.


Pro: effetto professionale unico e inimitabile.
Contro: non completamente stendibile, permanente.

 

Scopri i diversi sitemi di rilegatura che offre CHC. Potrai scegliere tra le classiche copertine trasparenti o tra i professionali UniBinder della marca UniBind, le tecnologie di nuova concezione che ti permetteranno di rilegare in maniera perfetta i tuoi documenti e le tue presentazioni.

Hai già scelto la rilegatura più adatta alle tue esigenze?

Condividi:

Siamo sempre pronti

Come possiamo aiutarti?

Chiedici quello che vuoi, un nostro consulente ti risponderą  il prima possibile.